benessere 3

Il castello di Gallipoli

Scritto da
Valuta questo articolo
(0 Voti)

La città di Gallipoli (LE) sorge nel Salento meridionale, nel golfo di Taranto. Interessante risulta il castello, fortezza militare, in cui trovarono ospitalità Corradino di Svezia, Filippo e Roberto D'Angio, la regina di Napoli, Giovanna II e Ferdinando I. Il maniero presenta pianta quadrangolare e quattro torrioni (propabilmente sorge su precedenti fortificazioni romane) ed ha subito nei secoli vari rimaneggiamenti (anche dai bizantini) Tra il XV e XVI secolo, sono state apportate al castello rilevanti modificazioni: fu isolato da un fossato su tutto il perimetro e nel 1522 divenne necessaria la realizzazione del Rivellino. A levante infatti, vi è un 5° torrione circolare (Rivellino), staccato dalla cinta muraria, collocato all'esterno del castello per difenderlo dagli attacchi nemici e per consentire un'uscita protetta, essendo posto all'altra estremità del ponte levatoio. Il Rivellino, costruito su progetto di Francesco

di Giorgio Martini (ing. militare e scultore), presenta una dimensione notevole rispetto al resto del castello. La sua forma è detta a "punzone" perchè ha uno spigolo sporgente verso l'esterno. Sulla torre venivano posizionati cannoni e catapulche e si accedeva per mezzo di un ponte levatoio in legno. Nel '600 il ponte levatoio che collegava il castello alla terra ferma fu sostituito da uno in muratura. L'interno ha imponenti sale con volte a botte e a crociera, bocche di fuoco, camminamenti e cunicoli. Parzialmente ristrutturato nel 1977, nel 2014 (nell'arco di soli 6 mesi) è stato aperto un percorso di visita, pur non essendo un restauro completo. Il 5 luglio 2014 il maniero di proprietà demaniale ha riaperto ufficialmente le porte ai visitatori.

Fino al 27 settembre 2015 è possibile visitare all'interno del castello, una mostra d'arte contemporanea, dell'artista, pittore e scultore Michelangelo Pistoletto.

 

 

Letto 636 volte
Altri alrticoli in questa categoria: Le cinque terre »

Lascia un commento